Patto educativo “Crisci ranni”

Patto educativo “Crisci ranni”

Siamo chiamati a scoprire i germi di bene che sono nel mondo,

svilupparli in noi e negli altri, e farli fruttificare,

mettendo ovunque speranza.

In questo contesto la gioia è possibile, non è un’alienazione,

anzi è come un forte impulso messo dentro di noi

e ci dà la forza per andare avanti con speranza,

per portare qualcosa di nuovo nel mondo nel quale viviamo.

(don Pino Puglisi)

 

Con il presente Patto a sostegno del Progetto “Crisci ranni”

Il Comune di Modica, la Diocesi di Noto (attraverso la Caritas diocesana, le parrocchie, la Casa don Puglisi), le Scuole,

le Famiglie, i giornali e le emittenti che lo sottoscrivono

 vogliamo costruire e sostenere un segno educativo collocato sulla “strada”, esemplificativo del rapporto tra enti educativi e città.

 

Ci stanno a cuore le nuove generazioni: vogliamo aiutarle a crescere, a diventare capaci di affrontare «a testa alta» le difficoltà della vita e il confronto con le ingiustizie e, soprattutto, capaci di «mirare in alto».

 

Ci sta a cuore la nostra città: vorremmo sperimentarne il senso e l’anima in uno dei quartieri più antichi, vorremmo per essa la misura dello sguardo dei genitori che hanno cura dei propri figli, dello sguardo attento agli altri, dello sguardo memore delle grandi tradizioni del passato, vigile sui problemi del presente, fiducioso e responsabile per il futuro comune.

 

Vogliamo condividere fedi e sensibilità diverse, per convergere insieme nell’importanza di ciò che è vero, bello e buono. Concorderemo per questo passi concreti e contiamo sulla collaborazione di molti.

 

    Modica, 15 settembre 2010

    Anniversario del martirio di don Giuseppe Puglisi

    prete, educatore, testimoni della legalità

NB: Per leggere l’articolo completo clicca sul seguente pulsante