“Benedetta economia! L’economia civile e le scuole si incontrano cercando bene comune”

“Benedetta economia! L’economia civile e le scuole si incontrano cercando bene comune”

Istituto di istruzione superiore Galilei Campailla di Modica, Fondazione di comunità Val di Noto, Don Giuseppe Puglisi cooperativa sociale Onlus, Servizio per il lavoro giovanile Policoro promuovono un

Corso di formazione per docenti degli istituti di istruzione superiore e per operatori economici e delle istituzioni impegnati sul versante dell’economia civile dal titolo: “Benedetta economia! L’economia civile e le scuole si incontrano cercando bene comune”

Nel nome di don Puglisi – di cui quest’anno ricorre il venticinquesimo del martirio – si è firmato a Modica un “patto educativo” che impegna tutti i soggetti sociali a convergere nella cura delle nuove generazioni, accompagnarle con passione (evocata dall“I care” di don Milani) per crescere “a testa alta” (come amava dire don Pino Puglisi). Per questo la città va ripensata come “agorà”, piazza in cui si discute e matura cittadinanza; per questo anche le imprese sono chiamate ad essere “fabbriche di bene” (Adriano Olivetti). Da qui un corso di formazione che, mettendo insieme docenti e operatori economici, diventi occasione per meglio conoscere l’economia civile ma anche per intessere raccordi nel segno della gratuità, della reciprocità, della fraternità, della giustizia. Avendo a cuore le sorti delle nuove generazioni! – a cui è stato cinque anni fa dedicato anche l’impegno della Fondazione di comunità Val di Noto a promuovere azioni di sistema capaci di unire welfare comunitario e generativo, coesione sociale attraverso i cantieri educativi, processi e iniziative di economia solidale. In modo significativo il corso si terrà presso l’Istituto San Benedetto, ricordando come il monastero benedettino è stato promotore di civiltà e crescita economica nell’armonia di contemplazione e lavoro. I docenti sono qualificati studiosi attivamente impegnati e membri del SEC (Scuola di economia civile). Il tema generale – benedetta economia! – richiama nell’esclamativo alla pesante necessità di far i conti con i meccanismi economici che ci sovrastano, alla possibilità di un’economia di cui si possa dire bene per la sua capacità di promuovere bene e felicità comuni.

 

Contenuti

 

  • Analisi dell’economia del nostro tempo e dei problemi del nostro Sud
  • Approfondimento dell’economia civile dal punto di vista storico ed epistemologico
  • Attenzione a percorsi e strumenti educativi per raccordare etica, economia, impegno civico
  • Raccordi tra soggetti educativi ed economici negli orizzonti di una città solidale, negli orizzonti dei principi fondamentali della nostra Costituzione repubblicana

 

Mappatura delle competenze

 

  • Lettura sapienziale del nostro tempo e dell’economia contemporanea
  • Potenziamento di competenze storico-sociale ed educative
  • Cura della capacità di costruire percorsi che aiutino una crescita umana e civica integrale
  • Potenziamento di competenze nei giochi cooperativi per favorire climi collaborativi
  • Promozione di confronti tra mondi diversi (scuole, operatori economici) nella comune preoccupazione per le nuove generazioni e la crescita di una città solidale

 

Domus S. Petri, Largo Mons. Gambuzza, Modica

Istituto San Benedetto, via San Benedetto 11, Modica

Auditorium Pietro Floridia, piazza Matteotti, Modica

 

PROGRAMMA

Venerdì 8 febbraio 2019, Domus S. Petri:

Ore 18-21 Dialogo con Carlo Borgomeo, presidente di Fondazione CON IL SUD e della Fondazione “Con i bambini”, il sociologo Aldo Bonomi e Salvatore Rizzo dell’Ecos – Med di Messina: “Coltivare speranza con il nostro Sud e i nostri giovani”. Conclusioni del presidente della Fondazione di comunità Val di Noto Maurilio Assenza

 

Giovedì 7 marzo 2019, Istituto San Benedetto:

Ore 16-17,30 relazione di Alessandra Smerilli “Quel ‘di più’ che genera felicità e bene comune: l’esperienza di Benedetto da Norcia e Francesco di Assisi nella storia economica europea”

Ore 17,45 – 20 dialogo con la relatrice su passi e forme di un’economia “altra”

 

Venerdì 8 marzo 2019, Istituto San Benedetto:

Ore 16-17,15 esercizi di giochi cooperativi

Ore 17,30 docu-film “Il lavoro che vogliamo”

Ore 19-20 confronto a gruppi

 

Giovedì 14 marzo 2019, Istituto San Benedetto:

Ore 16-17,30 relazione di Leonardo Becchetti “Persone, mercati, benessere: la variabile invisibile della fiducia e l’elettrone dei beni relazionali”

Ore 17,45 – 20 dialogo con il relatore su economia, territorio, bene comune

 

Venerdì 15 marzo 2019, Contrada Aguglie – Villa Polara:

Ore 16-20 Dialogo sul lavoro e i giovani, a partire da alcune esperienze significative, modera il giornalista di “Vita” Alessandro Puglia – dedica della sala per gruppi al giovane migrante e poeta Tesfalidet Tesfom e ricordo di quanti attraversano il Mediterraneo in cerca di un futuro migliore

 

Mercoledì 20 marzo 2019, Auditorium Pietro Floridia:

Ore 19-21 Etica ed economia: le questioni, le vie per lasciare l’uomo un fine (a cura di Banca Etica)

 

Quattro ore di documentazione on-line  

 

Obiettivi

  • Conoscere e approfondire temi e testimonianza dell’economia civile e solidale
  • Confrontarsi sugli snodi educativi con attenzione all’economia e alla cittadinanza attiva
  • Elaborare percorsi che aiutino i giovani a collocarsi nel mondo, consapevoli dei processi sociali ed economici del nostro tempo e delle scelte etiche e civiche che rendono l’economia attenta al bene comune, alla luce dei principi della nostra Costituzione

Metodologia

  • Approfondimento pluridisciplinare dei temi socio-economici
  • Dialogo culturale ed educativo tra soggetti diversi, teso ad un comune discernimento
  • Esperienza di giochi cooperativi e di confronto comunitario
  • Laboratori di approfondimento dei temi trattati

Strumenti di verifica

  • Saranno date tracce per poter sviluppare una riflessione personale e confronti in piccoli gruppi
  • Sarà chiesto di compilare un questionario di verifica sui vari aspetti del Corso

Destinatari

  • docenti di ogni ordine e grado, con priorità cronologica (e i primi 15 posti ai docenti dell’Istituto Galilei Campailla),

20 operatori sociali ed economici o delle istituzioni

 

Per gli insegnanti l’iscrizione sulla piattaforma Sofia. Il pagamento della quota determina l’effettiva iscrizione. Per gli altri iscrizione con mail a [email protected] e pagamento quota sul conto corrente della Fondazione utilizzando l’Iban: IT 09 U 05018 04600 000000 171460, Banca Etica mettendo come causale: Corso sull’economia civile.

 

Quota di partecipazione: 60 euro

 

RELATORI

Carlo Borgomeo. Esperto di politiche attive del lavoro e di sviluppo di PMI. Ha maturato una lunga esperienza nella gestione di aziende ed organizzazioni complesse anche per gli aspetti relativi ai rapporti con la Pubblica Amministrazione. Esperto in materia di sviluppo locale e politiche per il Mezzogiorno, ha progettato e gestito gli interventi dell’imprenditorialità giovanile e per l’autoimpiego (prestito d’onore), strumenti che hanno fatto registrare risultati ampiamente positivi, tali da meritarne la segnalazione come best practice a livello comunitario. Docente di economia aziendale presso varie Università, già Direttore di Ricerca al Censis nell’area lavoro e libere professioni, è stato il primo Presidente di Società editoriale Vita e tra i suoi fondatori (1994-1996), poi Presidente del Comitato della legge 44/86. Presidente della Società per l’Imprenditorialità Giovanile (I.G. S.p.A.). Successivamente è stato Amministratore Delegato di Sviluppo Italia S.p.A. Vicepresidente del Programma LEED dell’OCSE. È stato consigliere di Amministrazione di Italia Lavoro S.p.A.; Capo della Segreteria Tecnica del Ministro per gli interventi straordinari nel Mezzogiorno; Consulente dei Ministri per il Mezzogiorno per le materie dell’occupazione e della promozione delle forme di lavoro autogestito; Consigliere di Amministrazione dell’ISFOL. Amministratore delegato dal 2002 al 2007 della Bagnoli Futura S.p.A. la cui missione è la trasformazione e la valorizzazione del sito ex – ILVA di Bagnoli, Napoli. Dal 2009 è presidente della Fondazione CON IL SUD e dal 2016 della Fondazione “Con i bambini”, impegnata ad attuare i programmi del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

 

Aldo Bonomi – Sociologo italiano (n. Sondrio 1950). Conseguita la laurea in Sociologia, nel 1984 ha fondato l’istituto di ricerca Consorzio A.A.S.TER. e negli anni ne ha accompagnato la crescita in qualità di direttore. Mantenendo al centro del suo interesse le dinamiche sociali, antropologiche ed economiche dello sviluppo territoriale, è stato consulente della Presidenza del CNEL (durante il mandato di G. De Rita) e ha scritto per il Corriere della sera (1997-2004); dal 2005 cura la rubrica “Microcosmi” per Il Sole 24 ore e dirige la rivista Communitas. B. è autore di numerose pubblicazioni tra cui Il capitalismo molecolare (1997), nonché i recenti Il Rancore – Alle radici del malessere del Nord (2009), Sotto la pelle dello Stato – Rancore, cura, operosità (2010), Elogio della depressione (2011, con lo psichiatra E. Borgna) e Il capitalismo in-finito. Indagine sui territori della crisi (2013).

 

Salvatore Rizzo, assistente sociale, si occupa di consulenza, formazione e ricerca sui temi del volontariato, del lavoro sociale, dell’intervento di rete e dell’empowerment di comunità. Case manager di numerosi progetti personalizzati di riabilitazione e inserimento lavorativo di persone ex internate in ospedale psichiatrico. Dal 2018 si occupa, in collaborazione con l’Università di Messina, dei tirocini degli studenti del Corso di Laurea in Scienze del Servizio Sociale. Socio fondatore nel 1998 della cooperativa sociale EcoS-Med, all’interno della quale ha promosso nel 2012 la Libera Università dell’Educare. Nel 2010 ha contribuito alla nascita della Fondazione di Comunità di Messina di cui è stato consigliere e attualmente membro del comitato dei garanti. Per oltre 10 anni a partire dal 2000 si è occupato per le Caritas siciliane delle attività di ricerca e di formazione sui temi della povertà e dell’esclusione sociale contribuendo alla pubblicazione di tre dossier regionali dedicati a questi temi.

 

Alessandra Smerilli è professore aggiunto di Economia politica presso la Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione ‘Auxilium’ di Roma e insegna Economia della cooperazione presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore – Sede di Roma. È membro del comitato scientifico e organizzatore delle settimane sociali dei cattolici, del Comitato Etico del consorzio CHARIS, del Comitato Etico di BANCA ETICA, Socio Fondatore della SEC (Scuola di Economia Civile). Tra le sue pubblicazioni: Benedetta economia (con Luigino Bruni, Roma 2008), L’altra metà dell’economia. Gratuità, mercati (con Luigino Bruni, Roma 2014), La leggerezza del ferro. Un’introduzione alla teoria economica dell’organizzazione a movente ideale (Milano, 2011), The Economics of Values – based Organizations (con Luigino Bruni, Londra 2014). Tra i progetti di ricerca a cui ha partecipato: PRIN (Progetto di ricerca di interesse nazionale finanziato dal MIUR) 2008 su “Capitale sociale, responsabilità sociale e performance”; PRIN 2004 e PRIN 2006 su “Economia, felicità e relazioni interpersonali” – “Il paradigma relazionale nelle scienze sociali: un orizzonte per la società italiana” Progetto coordinato dai professori Zamagni e Donati.

 

Leonardo Becchetti dopo aver conseguito un MSc in Economics presso la London School of Economics, consegue il dottorato in Economia politica a La Sapienza nel 1994 e il PhD ad Oxford nel 1996. I suoi principali temi di ricerca riguardano la finanza etica, il microcredito, la responsabilità sociale di impresa ed il commercio equo e solidale. Insegna all’Università Roma 2.  Dal 2005 al 2014 è stato presidente del comitato etico della Banca Popolare Etica.  Dal 2009 è direttore scientifico della Fondazione Achille Grandi. Dal 2007 è direttore del sito www.benecomune.net.  Nel 2010 diviene portavoce della campagna 005 sulla Tassa sulle transazioni finanziarie. Dal dicembre 2010 è autore del blog su Repubblica.it “La felicità sostenibile”, dove affronta i temi dell’economia civile, della macroeconomia e della finanza etica. È editorialista di Avvenire. Dal 2013 è presidente del comitato tecnico-scientifico di Next – Nuova economia per tutti. Tra le sue pubblicazioni: (a cura di), (2017), Le città del ben-vivere. Il manifesto programmatico dell’economia civile per le amministrazioni locali, Ecra.(con L., Bruni L., Zamagni S. (2016), Taccuino di economia ciivile, Ecra; Becchetti L. (2016), La ricca sobrietà, Ecra;(2016), Capire l’economia in sette passi, Minimum fax; (con L. Florio G. 2014), Dio e Mammona. Dialogo tra un economista e un biblista su economia, etica e mercato, Ecra; (2014), Next. Una nuova economia per tutti, Albeggi; (2014) C’era una volta la crisi. Un paese in emergenza. Le ragioni per sperare, EMI; (2012), Il mercato siamo noi, Bruno Mondadori;; (con Bruni L., Zamagni S. 2010), Microeconomia, Il Mulino.

 

Alessandro Puglia è nato nel 1985 a Catania, dove si è laureato in Scienze della Comunicazione e, poi, ad Urbino, in Editoria Media e Giornalismo. Giornalista professionista, collabora con diverse testate nazionali, tra cui “la Repubblica”, “Il Giorno” e l’agenzia di stampa “askanews”. Segue da tempo le migrazioni per il giornale “Vita”. Ha vinto il premio Migration Media Award (Mma) per la categoria online per il reportage L’inferno libico nelle poesie di Segen. Tra gli articoli recenti di grande impatto sociale quello sulle suore scalze che aiutano le prostitute nigeriane sulla superstrada Catania-Gela, pubblicato su “Famiglia Cristiana”. Per Manni editore ha pubblicato il libro “Fiorire di maggio” e “L’ombrellone”.

 

Maurilio Assenza, docente di storia e filosofia nel Liceo scientifico di Modica, è stato per molti anni responsabile del Piano di offerta formativa e cura percorsi di cittadinanza e Costituzione e di alternanza scuola lavoro sui versanti della relazionalità e dell’orientamento. È direttore della Caritas diocesana di Noto e collabora con Caritas Italiana per azioni di sistema e per interventi sperimentali contro l’insuccesso scolastico, mentre a livello regionale è referente per i temi della pace e collabora per momenti formativi. Presidente dell’Associazione di volontariato don Puglisi e consigliere delle Fondazioni Madre Teresa e San Corrado, è membro del Consiglio pastorale diocesano di Noto; ha diretto nei suoi inizi la Fondazione di comunità Val di Noto. Ha curato gli Atti del Secondo Sinodo Diocesano di Noto e dirige le collane “Paraplesiòs” e  “Quaderni dell’Osservatorio” dell’editrice il Pozzo di Giacobbe. Ha collaborato ai quaderni Ai piedi della loro crescita, Quanto vale la vita di un uomo, La porta e la mensa, Il Magnificat alle periferie della storia. Collabora con alcuni periodici e riviste su temi educativi e pastorali ed ha pubblicato Come un roveto ardente edizioni Piemme), Ricollocarci nel Vangelo (edizioni Qiqajon), Lo sguardo dal basso (EdiArgo), La brace e la cenere (Il Pozzo di Giacobbe), Crisci ranni (Il Pozzo di Giacobbe).